Catalogo Film Premium

copertina film roma di bartolomei-small

Roma: Scudetto 1982-83

Lo Scudetto 82-83 narrato dall’indimenticato Agostino Di Bartolomei

Play

 

 

 

 

copertina-film-napoliNapoli 1986-87: un sogno azzurro

Il racconto di un’impresa, accompagnato dalle voci della cultura napoletana, per una festa che ha segnato la storia e la vita di un’intera città. Il primo scudetto del Napoli di Maradona, l’attesa, l’esplosione del San Paolo, le emozioni, le lacrime e le prime parole dei protagonisti in campo.

Play

 

 

 

 

Zico copertinaZico

Uno dei più grandi numeri 10 della storia del calcio mondiale, un artista del calcio di punizione. Stiamo parlando di Arthur Antunes Coimbra, al secolo Zico.

Play

 

 

 

 

io sono della lazioIo sono della Lazio

“Quando perdeva pioveva, quando poi splendeva il sole, vinceva. Per questo io sono della Lazio”. Una raccolta dei momenti più belli, emozionanti e quindi difficili, a tratti drammatici, della storia della Lazio. Un vero e proprio Manifesto di Lazialità.

Play

 

 

 

 

vola tedesco volaVola tedesco vola

Rudi Voeller non è stato un attaccante. Piuttosto, una icona. Cinque anni insieme, lui e la Roma: il primo cucchiaio al derby, le triplette al Bordeaux e all’Anderlecht. Una finale di Coppa UEFA persa, una di Coppa Italia vinta. E un legame inscindibile con la tifoseria, innamorata, ricambiata dal riccioluto tedesco dall’animo testaccino. Rudy Voeller si riassume in un coro: Vola, tedesco, vola…la curva si innamora.

Play

 

 

 

 

cruijffIl Profeta del gol

Johan Cruijff ai raggi X: vita, aneddoti e carriera del Profeta del gol.

Play

 

 

 

 

platiniLe Roi

Un calciatore presuntuoso, amante del gioco che è riuscito a scrivere un pezzo di storia del calcio d’Oltralpe: Michel Platini

Play

 

 

 

 

beckembauerDer Kaiser

Un calciatore capace di rivoluzionare un ruolo sino ad allora esclusivamente difensivo, il libero. Franz Beckenbauer

Play

 

 

 

 

copertina derby nel mondoSpeciale Derby nel Mondo

Dalla Gran Bretagna al Sudamerica, passando per l’Europa dell’est, con tappa in Africa per poi arrivare fino all’Iran. Questo è un viaggio che vi porterà alla scoperta dei derbies più caldi del mondo!

Play

 

 

 

 

capitano-mio-capitano

Capitano mio Capitano

“E segna sempre lui, e segna sempre lui…si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe Signori…”. Questo il coro che i tifosi laziali dedicavano al loro Capitano. 107 reti in maglia biancoceleste, 3 volte vincitore della classifica cannonieri. Idolo incontrastato della generazione di giovani che non ha mai visto Giorgio Chinaglia. In questo film, il suo percorso, le sue reti, la sua storia raccontata a Goal di Notte.

Play

 

 

 

 

un-principe-per-capitanoPer capitano un Principe

Roma ha avuto 7 Re ed un Principe: Giuseppe Giannini. 318 presenze in giallorosso, vissuti da eroe e poi da esule. Forse, la storia tra Giannini e la Roma, doveva finire in modo diverso. Riviviamo la sua storia attraverso i momenti più belli che legano il capitano ai cuori romanisti.

Play

 

 

 

 

football pleaseFootball Please: le origini

trama: Fino al 1980, in Italia, non era possibile poter vedere partite di calcio internazionale. Nacque così…Football Please…le origini.

Play

cover-elclasicoEl Clasico: mas que un partido”

Dedicato ai veri appassionati di CALCIO INTERNAZIONALE, un mix di storia e partite memorabili giocate da vere e proprie leggende del calcio come Diego Armando Maradona, Juan Gomez Gonzalez detto Juanito ed Enrique Castro Gonzalez, meglio conosciuto come Quini.

Play

Un Urlo Roma

La Roma di Fabio Capello strappa il titolo alla Lazio e si laurea campione d’Italia per la terza volta. Una cavalcata trionfale cercata e voluta dalla famiglia Sensi, attraverso la costruzione di una squadra fantastica: trascinata da Totti, Batistuta e Montella la rincorsa al titolo si corona nell’ultima indimenticabile giornata, il 17 Giugno 2001.

Play

 

 

 

 

in dreams lazioIn Dreams – La conquista dello scudetto 1999/2000

Alle 18 e 4 minuti del 14 Maggio del 2000, più di un’ora dopo la fine della partita dell’Olimpico, la Lazio conquista il suo secondo titolo italiano. Un successo quasi inaspettato e per questo ancor più bello. Un’attesa durata 26 anni ed un “tempo supplementare”, vissuta dai tifosi sugli spalti e sul terreno di gioco, in uno scenario surreale. Poi il boato, l’esplosione di gioia e le lacrime a suggellare un pomeriggio indimenticabile, per sempre scolpito nella storia del calcio, ma soprattutto, nei cuori dei tifosi biancocelesti.

Play

 

 

 

 

film_00001Speciale di Goal di Notte interamente dedicato al Film “Una sera di Maggio: di padre in figlio”, andato in onda il 18/05/14

Play

 

 

 

 

1seradimaggio-extra2Una sera di maggio – Contenuti Extra 2

1 Sfila la Polisportiva
2 Lo stadio si scalda
3 Scendono i paracadutisti
4 L’Inno della Lazio
5 Immagini da bordocampo
6 Arriva Cragnotti
7 Pulici e la maglietta con dedica
8 Esce Oddi…
9 Fascetti sotto la Curva
10 Cori per i giocatori in campo (Conceicao, Nesta, Stankovic, Signori)
11 Signori e Giordani sotto la Curva
12 Stankovic saluta i tifosi
13 L’abbraccio finale col pubblico biancoceleste

Play

 

 

 

 

1seradimaggio-extra1Una sera di maggio – Contenuti Extra 1

1 Oddi, D’Amico e Giordano aspettano il lancio…
2 Abbraccio “Di Padre in Figlio”
3 E Ruben Ruben Ruben Sosa…
4 La foto ufficiale
5 Il giro di campo
6 Canzone dedicata a Maestrelli
7 L’Olimpico è una bolgia
8 Omaggio al Capitano
9 Mille bandiere…
10 Mixed zone: Delio Rossi, Vincenzo D’Amico, Stefano Fiore, Eugenio Fascetti, Massimo Oddo, Gigi Casiraghi, Angelo Peruzzi, Pippo Pancaro, Fabio Firmani, Bruno Giordano, Ousmane Dabo

Play

 

 

 

 

film_00001

Una sera di Maggio: “di Padre in Figlio”

Il 12 Maggio 1974 la Lazio vinceva il suo primo indimenticabile scudetto: a quarant’anni da quella storica vittoria, gli eroi del ’74, guidati dal capitano Pino Wilson e da Giancarlo Oddi tornano in campo insieme ai “ragazzi del meno nove”  e ai campioni del secondo tricolore del 2000, per festeggiare la Lazialità, tramandata di generazione in generazione, “Di Padre in Figlio”.

Play

 

 

 

 

bruno-conti-feb15-2Bruno Conti, al secolo “Bruno di Nettuno” o, fuori dai confini di Roma “Marazico” entra di diritto nella cuore della tifoseria e nella storia giallorossa, simbolo fra i più rappresentativi della miglior Roma di sempre. Campione d’Italia del 1983.

Poche righe non possono riassumere una carriera come quella del numero 7 della Roma. E allora riviviamo quel 23 maggio 1991, quando Conti gioca la sua gara d’addio al calcio, in un Olimpico stracolmo e traboccante di emozioni.

Play

CALCIO:100 ANNI MAGLIA AZZURRA; CANNAVARO,UN SOGNO PER TUTTI / SPECIALEMAGICA FAVOLA

Una magica favola cominciata il 19 Maggio 1982 e terminata con il lieto fine l’11 Luglio. L’Italia è campione del mondo per la terza volta. La gioia dei tifosi sugli spalti, le voci dei protagonisti e le immagini di uno dei momenti più belli della storia del calcio italiano. Tutto questo è…Magica Favola.

Play

copertina_quei_momenti-scontornQuei Momenti

La S.S. Lazio ha appena celebrato “Quei Momenti” riproponendo a distanza di quasi 30 anni la storica maglia del -9. Noi lo facciamo attraverso questo film: dalla vittoria col Vicenza, con gol di Giuliano Fiorini, ai drammatici spareggi di Napoli contro il Taranto e il Campobasso, che hanno consegnato alla storia una squadra diventata negli anni un vero e proprio simbolo di Lazialità.

Play